Citopatologia

Citopatologia Citodiagnostica

Lo studio del Dott. Pietro Di Fraia grazie alla propria esperienza nel campo della citologia accoppiata all’utilizzo di strumentazione altamente professionale, offre un’attenta analisi dei campioni citopatologici, adottando criteri di citodiagnostica mediante lo studio e l’osservazione delle cellule sotto il profilo morfologico e funzionale, valutando, con l’ausilio delle varie tecniche, le alterazioni cellulari dei tessuti sottoposti ad esame al fine di identificare eventuali entità morbose sia per le neoplasie che per malattie non neoplastiche.

I criteri propri della citologia si basano prettamente sulle caratteristiche morfologiche delle cellule dei rispettivi nuclei e dei citoplasmi: forme, colori, dimensioni e pattern di aggregazione vengono accuratamente valutati e confrontati al fine di fornire diagnosi sempre puntuali e basati sulle più recenti pubblicazioni medico-diagnostiche.

Citologia esfoliativa in cellule esfoliate spontaneamente
  • Urine
  • Espettorato
  • Secrezioni
  • Versamenti (pleurico, cardiaco, ascitico, sinoviale)
  • Liquor (liquido cerebrospinale)
Citologia per esfoliazione provocata
  • Legata all’uso di apparecchiature endoscopiche flessibili a fibre ottiche, questo prelievo citologico spesso è associato ad una biopsia simultanea o un prelievo con ago sottile
  • Cellule asportate dalla superficie di mucose o lesioni
  • Spazzolato o brushing, possibile in organi cavi o accessibili dall’esterno
  • Tubo digerente
  • Trachea e bronchi
  • Cervice uterina e vagina
  • Utero
Citologia per aspirazione con ago sottile
  • Mammella
  • Tiroide
  • Linfonodi
  • Ghiandole salivari
  • Noduli sottocutanei
  • Fegato
  • Polmone
  • Pancreas
  • Rene
Citologia esfoliativa ginecologica Pap Test
La cervice uterina è la sede d’elezione per effettuare citologia esfoliativa per l’identificazione del carcinoma del collo dell’utero
  • A scopo diagnostico in pazienti sintomatiche
  • A scopo di screening in pazienti asintomatiche
  • Il materiale ottenuto con prelievo cervico vaginale può essere allestito per striscio direttamente sul vetrino
Citologia in fase liquida Thin-Prep
  • Pap test
La metodica consente di aumentare la sensibilità della metodica diagnostica con
  • Allestimento in strato sottile
  • Residuo di materiale per indagini supplementari
Allestimento dei campioni
Fissazione e Colorazione mediante il metodo secondo MayGrünwald-Giemsa
  • Eosina e il blu di metilene per il MayGrünwald
  • Azzurro II di metilene e l’eosina per il Giemsa

I vetrini vengono essicati all’aria e il metodo evidenzia il dettaglio nucleare e il materiale extracellulare.

Allestimento vetrini colorazione