Ureaplasma Urealyticum

L’Ureaplasma urealyticum è un mycoplasma del genere Ureaplasma.
La colonizzazione vaginale in gravidanza da parte dell’Ureaplasma urealyticum varia dal 40 all’80% in funzione di vari fattori. Sembrerebbe al momento attuale che la colonizzazione delle alte vie genitali femminili con l’U. urealyticum ed ancor
più lo sviluppo di una malattia infettiva legata alla sua presenza si associno a numerose complicanze della gravidanza e del periodo perinatale come aborto ricorrente, crioamnionite, parto pretermine, nascita di neonato di basso peso o di nato morto, malattia febbrile nel postpartum, mentre questo non avverrebbe in caso di semplice colonizzazione delle basse vie genitali.
La Diagnostica convenzionale
La diagnosi di infezione da Ureaplasma urelayticum è difficile per le caratteristiche biologiche dell’organismo.
Sono necessari appositi terreni di coltura e quando non è possibile esaminare immediatamente il campione sono necessari particolari terreni di trasporto; inoltre la crescita può richiedere più giorni.
La Diagnostica Molecolare
L’impiego della tecnica della Polymerase Chain Reaction (PCR) elimina tutti i problemi degli esami colturali ed ha mostrato maggiore sensibilità; tale tecnica tuttavia nella diagnosi di infezione da Ureaplasma urealyticum è per il momento limitata quasi esclusivamente al campo sperimentale.